IL BASSO ALL’INTERNO DEL MIX di Salvatore Addeo

COME TRATTO IL BASSO ALL’INTERNO DI UN MIX

 Il Basso come ben noto a tutti, insieme alla Cassa è una delle fondamenta di un Mix, se Basso e Cassa (che occupano gran parte del low end) sono deboli o sbiaditi il Mix ne risentirà tanto e suonerà debole e scialbo.

Personalmente riservo particolare attenzione a questo strumento, che tratto nelle primissime fasi del Mix.

Come prima cosa mi accerto che non ci siano conflitti evidenti tra Basso e Cassa ascoltando parecchie volte il brano nell’insieme e Cassa e Basso in solo, lo faccio utilizzando i main monitor dello Studio che mi permettono di avere una lettura più attendibile in quel range di frequenze.

E’ raro che lasci il Basso totalmente clean senza trattamenti, mi è capitato poche volte e solo quando l’arrangiamento era stato fatto davvero bene, tenendo presente anche i problemi di mascheramento in bassa frequenza.

Per far coesistere i 2 protagonisti del low end bisogna tagliuzzare frequenze qua e là, sia sul Basso che sulla Cassa.

Per primo elimino con notch molto stretti le risonanze fastidiose, poi successivamente comprimo molto leggermente e vado a contestualizzare tutto nel Mix.

Se mi accorgo che il Basso fatica ad uscire e a prendersi il suo posto aggiungo una traccia in parallelo distorta o pesantemente satura che aggiungo a piccole dosi fino a quando anche a bassi volumi non sento le note del Basso in modo distinto e dettagliato.

A questo punto mi sposto sulle mie amate ns 10 per controllare in midrenge e accertarmi che non sia invadente perché avendo aggiunto distorsione e saturazione il Basso potrebbe eccedere in quel range ed anche qui taglio magari con campane ampie.

A questo punto la mai attenzione ritorna ancora su come lavorano Cassa e Basso insieme, mettendoli in solo e confrontandoli con tutto il resto, quindi se sento ancora poca intelligibilità in bassa frequenza questa volta vado a controllare sulla Cassa se magari lì c’è qualche risonanza che dà fastidio.

Invece, nel caso in cui sento che Cassa e Basso sono interleggibili, ma un po’ sgonfi cerco di capire dove fare un boost, se sulla Cassa o sul Basso, magari provo sia su uno e poi sull’altro e vedo dov’è più funzionale.

Di solito in bassa frequenza per boostare mi piace utilizzare il Manley Massive Passive.

In conclusione come avete capito dal mio procedimento quando tratto il Basso lo faccio sempre con la Cassa aperta e non lo tratto mai da solo; per me Cassa e Basso è come se diventassero un solo elemento composto da due tracce che si completano e si aiutano all’interno del Mix.

Questo mi permette da far partire i miei Mix nel migliore dei modi.

Come dicevo all’inizio se questi 2 elementi funzionano bene il Mix ne risentirà in modo positivo.

Per maggiori informazioni sul mio servizio di Mix clicca qui:

http://www.aemmerecordingstudios.com/mixaggio-mixonline/

 

RICHIEDI UN PREVENTIVO http://www.aemmerecordingstudios.com/contatti/

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestShare on TumblrEmail this to someone